Turismo: Segnali di ripresa

A livello nazionale il 2015 si chiude con un segno positivo per le presenze turistiche nelle strutture alberghiere.

Anche nella nostra Provincia è stato confermato un modesto aumento delle presenze rispetto ad un anno difficilissimo (per la meteorologia e l'economia) come è stato il 2014.

Segnali di ripresa, quindi che saranno – prevediamo – confermati anche nell'anno 2016. E ciò non perché l'Italia è maggiormente presente sui mercati turistici internazionali; non perché la nostra Regione, le nostre città della Provincia di Pesaro e Urbino, facciano più informazione e promozione. Tutt'altro. L'ENIT e la promozione nazionale riformata da Renzi è in completo stallo; i nostri Comuni non fanno quasi nulla per la promozione.

Il 2015 e il 2016 in ripresa sono dovuti essenzialmente a due ragioni:

  • La crisi militari ed il terrorismo che rendono meno sicure e gradite molte destinazioni di medio raggio (Turchia, Mar Rosso, Paesi Arabi, Paesi Mediterranei, alcune Capitali Europee);
  • La crisi economica e la conseguente riscoperta dell'Italia da parte degli italiani.

Per consolidare e rendere stabili questi segnali di ripresa occorre però:

  • ridurre l'enorme peso delle tariffe locali diventate insostenibili per le imprese;
  • una maggiore attività promozionale;
  • un aumento delle risorse per la riqualificazione dell'offerta;
  • una lotta serrata all'abusivismo.

Angelo Serra

Presidente dell'Associazione Albergatori e Presidente del Gruppo Albergatori Multiservizi, braccio economico, Presidente della Società di capitali più importante dell'imprenditoria Gabiccese denominata Albergatori Montemare.
Leggi di più